Ricette Smart: semplici, gustose e soprattutto salutari

Le ricette Smart sono un modo per mettere in pratica con gusto le raccomandazioni internazionali per una corretta alimentazione.

Ricette Smart Newsott20

“Preparare da mangiare” significa fare qualcosa di buono per sé e per gli altri, socializzare, sperimentare nuovi sapori ed esprimere la propria cultura. Forse è per questo che le indicazioni degli scienziati su cosa è giusto mettere in tavola e cosa no, sembrano non avere molto a che fare con la vita di tutti i giorni e vengono applicate solo in parte ed in modo discontinuo. Con le ricette Smart si vuole dimostrare che seguire le raccomandazioni per una sana e corretta alimentazione in cucina è molto semplice e non penalizza il gusto e la tradizione italiana.

Come vengono selezionate le ricette Smart?

Le ricette Smart sono realizzate o selezionate in base ad un regolamento che prende spunto dalle raccomandazioni nazionali ed internazionali su cui si basa tutta la comunicazione Smartfood:

CREA-Alimenti e Nutrizione, American Hearth Association, European Society of Cardiology, World Health Organization, Harvard Medical School, European Food Information Council, International Diabetes Federation. Il regolamento prevede diversi punti che rendono le ricette salutari e facilmente collocabili all’interno di un’alimentazione equilibrata. Una ricetta, per essere Smart, deve quindi rispettare determinati criteri: essere ricca di ingredienti utili per la nostra salute (cereali integrali, legumi, verdure, frutta, pesce) e povera di altri meno salutari (dolciumi, carni conservate o formaggi ricchi di sale e grassi).

Le ricette Smart si dividono in

Come si possono associare le ricette Smart per comporre un pasto salutare?

Le ricette Smart sono realizzate per coprire parzialmente o interamente il piatto Smart, con cui si vuole raffigurare la composizione ideale che dovrebbe avere ogni pasto della giornata, dalla colazione fino alla cena.

È importante che in ogni pasto siano presenti:

Con le ricette Smart, a seconda che si tratti di antipasti, contorni, primi, secondi, dolci o piatti unici si andranno a coprire parzialmente o interamente le varie necessità. Nei suggerimenti sempre presenti nelle ricette Smart, spesso troviamo le indicazioni per completare il piatto Smart. Se ad esempio siamo di fronte ad una ricetta di una pasta integrale con carote e zucchine, la porzione di cereali e derivati integrali sarà completa, quella della verdura solo per circa la metà, mentre saranno ancora da coprire gli spicchi di frutta e fonti di proteine. Quindi come completare questo pasto? Basteranno un’insalata con legumi o del formaggio fresco ed un frutto di stagione.

Ecco un esempio di come completare un pasto a partire da una ricetta Smart:

Le ricette Smart sono pensate anche per chi ha intolleranze oppure è vegetariano o vegano?

Nella pagina delle ricette Smart alla voce “Etichetta” è possibile selezionare i seguenti filtri:

In questo modo, i risultati della ricerca indicheranno le ricette Smart adatte alle diverse esigenze.

L’intolleranza al lattosio, ad esempio, è una delle più comuni forme di intolleranze alimentari. La terapia consiste semplicemente in una riduzione o eliminazione del lattosio dalla dieta, ma una dieta rigorosamente senza lattosio non è sempre necessaria in quanto alcuni soggetti possono tollerarne piccole quantità senza avere sintomi. Il latte e i derivati senza lattosio sono ampiamente disponibili e considerati sicuri, per cui sono indubbiamente una scelta smart, ma ci sono comunque tante ricette che possono aiutare a soddisfare i fabbisogni senza utilizzare latte e derivati.

Ecco qualche esempio di ricette Smart per gli intolleranti al lattosio:

Altra intolleranza molto diffusa è quella al glutine, l’alimentazione dei celiaci deve essere quanto più possibile simile ad una normale dieta mediterranea. È importante avere una dieta varia e non monotona o limitativa, una conoscenza più approfondita degli alimenti che il celiaco può consumare aiuta a fare scelte salutari. Mangiare senza glutine non significa nutrirsi esclusivamente di prodotti gluten free confezionati.

Ecco qualche esempio di ricette Smart per gli intolleranti al glutine:

Riguardo, invece, alla scelta vegetariana o vegana, esistono molte ricette Smart, facendo già parte dell’approccio Smartfood, che prevede almeno tre quarti del piatto smart di origine vegetale. Chi è vegetariano deve fare attenzione a non esagerare con i formaggi, una comoda soluzione ma spesso troppo ricchi di sale e grassi saturi, e nemmeno ricorrere regolarmente a succedanei della carne, come i burger vegetali, per le stesse ragioni. È importante, invece, sfruttare le proteine e gli altri numerosi composti salutari che si trovano nei legumi, nella frutta a guscio e nei semi oleaginosi.

Ecco qualche esempio di ricette Smart per vegetariani e vegani:

È possibile senz’altro includere le ricette Smart, in giuste combinazioni, per le necessità del bambino. È importante, inoltre, coinvolgere i bambini anche nell’esecuzione delle ricette Smart che sono molto semplici e gustose, adatte al loro palato. L’educazione alimentare e al gusto iniziano, infatti, fin da piccoli! Rendere consapevoli i bambini delle proprie scelte nutrizionali, partendo dall’ambiente familiare, è sicuramente importante per abituarli a sapori autentici. Cucinare con la famiglia, oltre a rappresentare un momento di condivisione e divertimento, può rivelarsi una vera e propria occasione di apprendimento concreto. Per i bambini sarà come partecipare ad un gioco, dove si sporcheranno, potranno assaggiare diversi tipi di sapori e si metteranno alla prova come cuochi, mentre per i genitori sarà un’occasione per mostrare e spiegare l’importanza di una sana alimentazione.

Ecco qualche esempio di ricetta Smart particolarmente adatta ai più piccoli:

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.