Iscriviti e ricevi gli aggiornamenti di SmartFood sulle buone abitudini da adottare per uno stile di vita salutare.

* campi obbligatori
/ /
Sei un professionista sanitario?

Non perdere aggiornamenti utili su nutrizione e salute.

Ti puoi cancellare in qualsiasi momento cliccando nella parte bassa della tua email.
(*) Tutti i campi con l'asterisco* sono obbligatori.


We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.

Etichettatura Front of Pack (FoP)

L’etichettatura volontaria Front of Pack è un elemento complementare alla dichiarazione nutrizionale, che ha lo scopo di garantire una maggiore e più immediata comprensione della composizione dell’alimento.

Fop 4

Attualmente in Europa non esiste un’etichettatura FoP armonizzata per tutti i paesi, per cui, di seguito, analizzeremo le più diffuse.

Il Nutrinform Battery è l’etichettatura complementare alla dichiarazione nutrizionale raccomandata in Italia. Si tratta di un’etichetta FoP in cui vengono riportate le quantità di energia, grassi, grassi saturi, zuccheri e sale per porzione di consumo. Infine, tramite una percentuale, viene riportata la quantità di ciascun nutriente rispetto all’assunzione giornaliera di riferimento, prevista nel contesto della dieta complessiva.

Nutrinform Battery

Tratto da “Nutrinform Battery”, Ministero della Salute

La Traffic Lights Label, anche detta etichetta a semaforo, è l’indicazione FoP volontaria utilizzato nel Regno Unito. Come impostazione è molto simile al Nutrinform Battery, vi sono, infatti, riportate le quantità di energia (espressa per porzione e/o per 100 g/100 ml), di grassi totali, grassi saturi, zuccheri e sale (espresse per porzione di consumo) e, infine, la percentuale di ciascun nutriente, rispetto al consumo previsto in una dieta bilanciata. La differenza principale con il sistema di etichettatura complementare italiano è l’utilizzo di colori quali verde, giallo e rosso in corrispondenza dei valori dei nutrienti, per dare un giudizio circa il quantitativo degli stessi nell’alimento. Il colore verde indica un contenuto basso del nutriente considerato, rosso un contenuto alto, infine, il colore giallo indica una quantità intermedia.

Traffic Light

Tratto da “Check the label”, Food Standards Agency

Il Nutri-Score è l’etichettatura FoP nata in Francia e attualmente utilizzata anche da altri paesi, tra cui Germania, Spagna, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo e Svizzera. Viene definita un’etichetta sintetica, in quanto non riporta informazioni circa il contenuto di nutrienti dell’alimento ma, piuttosto, fornisce un giudizio visivo sulla qualità dello stesso. La qualità del prodotto è contraddistinta da una lettera che va da A ad E, su sfondo colorato. A indica un’ottima qualità nutrizionale, B, C, D una qualità man mano decrescente, infine, E rappresenta un alimento dalla scarsa qualità nutrizionale. Il giudizio viene calcolato da un algoritmo, che tiene in considerazione il contenuto di diversi nutrienti e fa riferimento a 100 g di prodotto.

Nutriscore

Il Keyhole, o buco della serratura, è l’etichetta FoP più utilizzato nei paesi del Nord Europa. Si tratta di un semplice logo che non dà alcuna informazione circa la quantità dei nutrienti contenuti, ma semplicemente va a identificare i prodotti alimentari più sani, presenti all’interno di una stessa categoria (per esempio formaggi, piatti pronti e cereali). Per poter apporre in etichetta tale simbolo i prodotti devono rispettare delle condizioni circa il contenuto di alcuni nutrienti, in accordo con le raccomandazioni nutrizionali nordiche.

Tratto da “The Keyhole”, Swedish Food Agency


Attenzione alla quantità di riferimento!

Questi tipi di etichettatura forniscono sicuramente un aiuto per comprendere meglio le caratteristiche dell’alimento che abbiamo di fronte. È importante, però, tenere presente la quantità a cui fa riferimento l’etichetta FoP, rispetto alla porzione del prodotto che viene consumata.

CalendarioSmartfood2023_SaluteSostenibilita