Torna a:
Latte e derivati, formaggi, uova

Yogurt greco

Latte e derivati, formaggi, uova

Ricco di proteine ad elevato valore biologico è un’ottima scelta per la prima colazione. Si presta anche a sostituire panna e mascarpone nella preparazione dei dolci, permettendo di ridurre l’apporto di grassi saturi

Yogurt greco

Valori nutrizionali per 100 g di parte edibile

Parte edibile (%)

100

Energia (kcal):

115

Proteine (g):

6,40

Lipidi (g):

9,10

Acidi grassi saturi (g):

4,83

Acidi grassi monoinsaturi (g):

1,96

Acidi grassi polinsaturi (g):

0,30

Carboidrati disponibili (g):

2,0

Yogurt greco

Valori nutrizionali per 100 g di parte edibile

Calcio (mg):

150

Fosforo (mg):

130

Sodio (mg):

71

Vit. B2 Riboflavina (mg):

0,36

Storia e produzione dello yogurt greco

Lo yogurt greco è un prodotto a base di latte fermentato che, come lo yogurt tradizionale, sfrutta l’azione dei batteri Streptococcus thermophilus e Lactobacillus delbrueckii spp. Bulgaricus. Questi trasformano il lattosio contenuto nel latte in acido lattico, modificando così aspetto, consistenza e sapore della materia prima. Lo yogurt greco si distingue da quello classico solo per l’ultima parte della lavorazione: il prodotto, infatti, viene sottoposto ad una filtrazione lentissima, che prende il nome di “colatura” e conferisce allo yogurt una maggiore densità e particolari proprietà nutrizionali e sensoriali.

Diffuso tradizionalmente in Grecia, e in altre nazioni vicine come Bulgaria e Turchia, questa tipologia di yogurt sta diventando sempre più popolare anche nel nostro paese, ed è facilmente reperibile in commercio sia la versione intera, che quelle derivate da latte parzialmente o totalmente scremato.

Aspetti nutrizionali dello yogurt greco

Lo yogurt greco presenta un elevato contenuto di proteine, circa il doppio rispetto allo yogurt tradizionale, e possiede per questo, un ottimo potere saziante. Si presta bene, quindi, ad essere consumato a colazione, poiché può aiutare a mantenere il senso di sazietà durante la mattinata. Lo yogurt greco prodotto a partire da latte intero apporta una discreta quantità di grassi, soprattutto saturi, che sono completamente assenti in quello prodotto a partire da latte scremato, ossia quello 0%. I carboidrati, invece, rappresentati da zuccheri semplici, sono presenti in quantità ridotte; il loro contenuto, però, aumenta notevolmente nei prodotti aromatizzati o arricchiti con preparazioni alla frutta.

Il minerale più rappresentato è il calcio, fondamentale per il benessere di ossa e muscoli. Con una porzione di yogurt da 125 g si riesce infatti a soddisfare quasi il 20% del fabbisogno giornaliero di questo minerale! Buono è anche il contenuto di vitamine del gruppo B, soprattutto riboflavina, un micronutriente che interviene nella produzione di energia e nelle difese dell’organismo.

Scienza degli alimenti

La produzione di yogurt greco, al momento, è il settore dell’industria lattiero-casearia maggiormente in crescita. Per questo motivo, gli studi scientifici si stanno concentrando sulla ricerca di nuove tecnologie per migliorarne gusto e consistenza. Perfezionando il processo di “colatura”, infatti, si sta progressivamente provando a ridurre l’acidità dello yogurt e a conferire maggiore densità, soprattutto ai prodotti che derivano da latte scremato.


Suggerimento

Anche tra gli yogurt greci sono presenti in commercio molti prodotti aromatizzati, che contengono spesso un quantitativo eccessivo di zuccheri aggiunti. Meglio controllare bene l’etichetta e prediligere lo yogurt bianco, magari arricchendolo con frutta di stagione o essiccata per dolcificarlo. Aggiungendo una porzione di cereali integrali e una manciata di frutta secca o semi, si avrà una colazione completa e bilanciata.

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.