Suggerimenti per la dieta quando si smette di fumare

Comesmetterefumare

Sappiamo che il fumo è un importante fattore di rischio per il tumore del polmone, ma non solo, come è stato messo in luce anche dal Centers for Disease Control and Prevention statunitense che lo mette in relazione anche a quelli di vescica, sangue (leucemia mieloide acuta), colon-retto, esofago, rene e uretere, laringe, fegato, gola, lingua, tonsille, pancreas, stomaco, trachea e bronchi. È molto importante quindi per la prevenzione oncologica smettere di fumare.
La dieta ideale per chi sta smettendo di fumare è quella ricca di fitocomposti protettivi, cioè di quell’insieme di sostanze attive contenute negli alimenti che contrastano l’invecchiamento cellulare ed aiutano a proteggersi dalle patologie croniche. Inoltre, si dovrebbe tenere conto di tutte le malattie alle quali i fumatori sono più predisposti e quindi cercare di prevenirle attraverso l’alimentazione. Ecco perché è importante da un lato fare un pieno di vitamine e dall’altro evitare cibi ricchi di zuccheri, sale e grassi saturi, per non aggiungere ulteriori elementi che contribuiscano all’innalzamento di altri fattori di rischio come l’ipertensione e il colesterolo alto.
Secondo alcuni studi i fumatori hanno livelli bassi di vitamina C e di conseguenza è importante fare il pieno di cibi che la contengono:

  • Peperoni: questi ortaggi sono tra le principali fonti di questa vitamina e andrebbero mangiati crudi in pinzimonio, conditi con olio extra vergine d’oliva ed erbe aromatiche o senape, che dona sapore e permette di evitare il sale. Inoltre, i peperoni sono ricchi di carotenoidi che sembra svolgano un’azione preventiva rispetto alle patologie respiratorie.
  • Scorza di agrumi: arance e limoni sono ricchi di vitamina C ma, più ancora che nella polpa o nel loro succo, questo micro nutriente è presente nella scorza.
  • Frutti di bosco: lamponi, mirtilli, more, fragole e ribes rosso sono tutti ottime fonti di vitamina C, ma contengono anche dosi interessanti di resveratrolo e antocianine. Queste ultime, secondo molti studi in vitro, avrebbero un effetto inibitorio sui geni dell’invecchiamento ed eserciterebbero un’azione protettiva sul sistema cardiovascolare.
  • Verdure: oltre ai peperoni le verdure più ricche di vitamina C sono i pomodori, il cavolo, il cavolfiore, i broccoli, i cavoletti di Bruxelles e gli spinaci, tutti da consumare crudi o appena scottati per preservare il contenuto di vitamina C.

Uno dei più temuti effetti collaterali quando si smette di fumare è quello di mettere su peso. Questa, in effetti, è un’eventualità da tener presente, ma che si potrebbe evitare con la giusta alimentazione e una regolare attività fisica, lo sport infatti è un ottimo modo per disincentivare ulteriormente l’uso di tabacco e prevenire l’aumento di peso dovuto allo stop del fumo.
Spesso la mancanza della sigaretta spinge a trovare conforto in cibi molto dolci, salati e densamente calorici, per questo motivo, oltre a programmare dei menù equilibrati ricchi di frutta e verdura di stagione, è importante tenere a portata di mano snack salutari che possano gratificare il palato senza favorire l’aumento di peso. Alcuni esempi, oltre a peperoni e altra verdura in pinzimonio, possono essere lo yogurt bianco con l’aggiunta di cannella o polvere di cacao, oppure della frutta a guscio come mandorle, noci e nocciole che è particolarmente utile nella prevenzione delle patologie cardiovascolari.​

Articolo del team Smartfood per la rivista dei Soci Coop Lombardia

Per saperne di più sulla collaborazione con Coop Lombardia

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.