I carboidrati la sera fanno male?

Alla luce delle attuali evidenze, la comune credenza che vede nei carboidrati consumati alla sera i responsabili dell’aumento di peso non trova conferma. Al contrario mangiare carboidrati a cena, per alcuni soggetti, potrebbe rivelarsi una scelta più oculata rispetto alla loro esclusione.

MITO: Mangiare carboidrati a cena fa ingrassare

Credenza comune vuole che i carboidrati mangiati a cena (alcuni dicono anche dopo le 18) facciano ingrassare. La tradizione popolare, seppur con strumenti empirici a sua disposizione, si sa, non va mai tanto distante dalla verità. Per confutare o smentire questo comune pensiero la ricerca scientifica ha provato ad indagare e a consegnarci un verdetto.

Quanto emerso è oggigiorno largamente condiviso: i carboidrati mangiati a cena fanno ingrassare solo se consumati in eccesso, come, del resto, qualsiasi altro alimento.

FATTO: Consumare con moderazione alimenti fonti di carboidrati a cena può rappresentare una valida scelta

Un recente studio brasiliano, condotto in collaborazione con l’università spagnola di Navarra, ha valutato l’effetto di due diete bilanciate ed ipocaloriche su soggetti adulti sani, attuate per 8 settimane. Una dieta ha previsto il consumo di carboidrati a pranzo, l’altra, al contrario, a cena. A risultati simili in termini di perdita di peso, per entrambe le diete è seguita una più efficace gestione della glicemia e dell’insulinemia per coloro che era previsto mangiassero i carboidrati alla sera. Sembrerebbe, quindi, che la perdita di peso sia riconducibile alla restrizione calorica a prescindere dal momento della giornata in cui si consumano carboidrati.

Un altro studio, confrontando sempre l’efficacia del consumo di carboidrati serali rispetto ad una classica dieta, si è concentrato sull’analisi delle oscillazioni ormonali di leptina, grelina ed adiponectina. Anche in questo caso mangiare carboidrati per cena ha fornito un vantaggio, ossia una minor sensazione di fame nei giorni seguenti.

Va inoltre detto che i carboidrati favoriscono la produzione di serotonina, e conseguentemente di melatonina, che spiega perché ci si senta sempre assonnati dopo un abbondante piatto di pasta.
Avere sonno dopo pranzo è una sensazione per lo più sgradita, ma dopo cena potrebbe rappresentare un aspetto positivo.
Non basta. Stimolare la produzione di melatonina significa anche ridurre il cortisolo, il famoso ormone dello stress. Si evince che restringere eccessivamente i carboidrati serali, a coloro che vivono condizioni di forte stress lungamente protratto, potrebbe non rivelarsi una scelta oculata.

Come spesso accade quando si parla di corretta nutrizione, sono tanti i fattori in gioco, tutti interconnessi e mai banali; è pertanto difficile stabilire regole precise, univoche ed uguali per tutti. Se per alcuni individui ridurre i carboidrati alla sera può rappresentare uno strumento dietetico utile, per altri potrebbe essere controproducente. Anche in questo caso mantenere un equilibrio di giudizio e di azioni potrebbe rivelarsi, per i più, la migliore strategia.

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.