Il latte causa il cancro?

Dalle evidenze scientifiche attuali, affermare che il consumo moderato di latte o derivati sia causa di cancro è del tutto fuorviate e scorretto. Inoltre, la variabilità della dieta individuale e la patogenesi dei diversi tipi di malattia oncologica rende molto complesso ottenere risultati completi e conclusivi.

Il latte è meglio non berlo perché causa il cancro

Il mito che il latte sia causa di cancro nasce con tutta probabilità dal libro The China Study divenuto celebre e ritenuto un pilastro su cui fondare la scelta vegana.

Esso sostiene che patologie cardiovascolari, diabete, osteoporosi, ed alcuni tipi di cancro sarebbero legati al consumo, anche minimo, di latticini, oltre che di carne.

Tale studio epidemiologico, attualmente, è però stato ritenuto inattendibile da tutta la comunità scientifica ma le voci in merito alla cancerogenicità del latte continuano a circolare.

 

Il consumo di latte non è causa di cancro.

Su latte e latticini gli studi non mancano ma sono molto contrastanti e non conclusivi.

Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF) afferma che il consumo di latte e derivati ha un probabile ruolo protettivo nei confronti del tumore del colon, uno tra i più comuni al mondo. Più debole invece l'evidenza per il tumore del seno per cui comunque si osserva una simile tendenza sia per il consumo di latte e derivati sia per le diete ricche in calcio. 

Per quanto riguarda il tumore alla prostata c’è contraddizione. Una meta-analisi del 2014 ha evidenziato un rischio più alto di sviluppare la malattia tra i consumatori di dosi maggiori di prodotti lattiero-caseari. Viceversa, nel 2017 uno studio prospettico di coorte non trova correlazione tra il consumo di latte scremato e l’accrescimento del tumore alla prostata. 

È pertanto davvero complicato generalizzare ed affermare che un singolo alimento sia causa di cancro. Di certo asserire che un consumo moderato di latte sia causa (o tra le cause) di tumore non rispecchia le conoscenze attuali. Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro, non crea allarmismi e anzi ne afferma un probabile ruolo protettivo, in particolare per il tumore del colon-retto, ma per il momento non ha ancora inserito tra le linee guida per la prevenzione indicazioni sul consumo di latte nella dieta.

Le linee guida per una sana alimentazione, per la popolazione italiana, suggeriscono 1-2 porzioni al giorno tra latte e yogurt, dove una porzione è costituita da 125 g, e 2 porzioni di formaggi a settimana, preferendo quelli freschi e magri, con un contenuto di grassi inferiore al 25%, possibilmente a ridotto contenuto di sale.

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.