Sedentarietà e tumore: una revisione sistematica della letteratura e potenziali meccanismi biologici

Revisione degli studi presenti in letteratura sulla relazione tra cancro e sedentarietà e sui possibili meccanismi biologici implicati in questa associazione

Lynch BM, Cancer Epidemiol Biomarkers Prev, 2010

Uno stile di vita sedentario (caratterizzato da comportamenti a basso dispendio energetico quali stare seduti o sdraiati a lungo) è stato associato a profili cardiometabolici avversi e a morte prematura per patologie cardiovascolari. Poche conoscenze sono disponibili sull’associazione tra sedentarietà e rischio di tumore.

Lo scopo di questa revisione è quello di passare in rassegna gli studi ad oggi disponibili su sedentarietà e cancro e riassumere i possibili meccanismi biologici alla base di questa associazione, in modo da orientare la ricerca scientifica. 

Il recupero degli studi riguardanti il comportamento sedentario e (a) gli outcomes del tumore e (b) i meccanismi che potrebbero essere alla base delle associazioni tra comportamento sedentario e cancro, è stato effettuato utilizzando le banche bibliografiche Ovid e Web of Science.

Sono stati identificati 18 articoli concernenti sedentarietà e rischio di cancro o sedentarietà e outcomes di salute nei soggetti a cui in passato fu diagnosticato un tumore. 10 di questi studi hanno riscontrato delle associazioni statisticamente significative e positive tra sedentarietà e outcomes di tumore. La sedentarietà si associa ad un aumentato rischio di tumore del colon-retto, dell’endometrio, dell’ovaio e della prostata, alla mortalità per tumore nelle donne e all’aumento di peso nei soggetti che ricevettero una diagnosi di tumore del colon-retto.

La revisione della letteratura riguardo alla sedentarietà e ai meccanismi biologici ha supportato l’ipotizzato ruolo dell’adiposità e della disfunzione metabolica come meccanismi responsabili dell’associazione tra sedentarietà e cancro.

La sedentarietà è un elemento che caratterizza la società contemporanea e la comprensione del suo ruolo rispetto al rischio di insorgenza del tumore dovrebbe rappresentare una priorità per la ricerca scientifica. Per accrescere la validità degli studi che verranno condotti in futuro, occorre migliorare la concettualizzazione e la misura del comportamento sedentario.

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.