Quinoa in teglia con verdure estive, mandorle tostate e riduzione di balsamico

  • Senza glutine
  • Vegetariano
  • Vegano
  • Senza lattosio

Difficoltà
Media

Preparazione
45 min

Dosi per
4 persone

Valutazione utenti

Esprimi un parere


La quinoa, protagonista di questo piatto, è un alimento con un ottimo profilo proteico, contiene il doppio dell’aminoacido lisina rispetto al grano ed è naturalmente privo di glutine. Una porzione copre circa un quarto della quantità giornaliera di fibra consigliata ed in abbinamento alle verdure estive, il pieno di fibra è assicurato! Un vantaggio per chi deve seguire un’alimentazione senza glutine, spesso carente di questo importante componente della dieta.

Interessante in questa ricetta la riduzione di aceto balsamico fatta in casa, decisamente più salutare come alternativa rispetto alle creme di aceto balsamico industriali, spesso troppo ricche di zuccheri.

Ingredienti

  • 320 g quinoa
  • 2 zucchine chiare
  • 1 melanzana
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 2 scalogni
  • 2 manciate di mandorle pelate
  • Aceto balsamico
  • 2 cucchiaini scarsi di miele di arancio (o acacia in alternativa)
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Pepe q.b.
  • Basilico fresco
  • Maggiorana

Con una porzione di questo piatto si soddisfa sia la porzione di cereali che quella di ortaggi del piatto sano. Per completare il pasto bisogna aggiungere una fonte proteica ed un frutto di stagione. Si può ad esempio optare per dei legumi come ceci o fagioli cannellini da cuocere assieme alle verdure e concludere il pasto con una pesca. In alternativa alla riduzione di aceto balsamico si può utilizzare del succo di limone, utile per assorbire il ferro contenuto nei vegetali.  

Preparazione

  1. Sciacquare la quinoa sotto l’acqua corrente, l’acqua deve diventare limpida.
  2. Cuocere la quinoa utilizzando la tecnica della cottura per assorbimento, quindi misurando 2 parti di acqua per ogni parte di cereale. Versare la quinoa in un pentolino con circa 650 ml di acqua, aggiungere un pizzico di sale e coprire. Condire la quinoa con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, un pizzico di pepe e delle foglioline di maggiorana.
  3. Oliare una teglia da forno rettangolare (circa 30x20). Distribuire la quinoa nella teglia livellandola in superficie e cospargerla con un filo d’olio extravergine d’oliva. Cuocere in forno, precedentemente riscaldato, per circa 10-15 minuti a 180°C.
  4. Nel frattempo preparare le verdure: tagliare le zucchine, la melanzana e i peperoni in cubetti omogenei di circa un centimetro.
  5. Scaldare in una padella ampia un paio di cucchiai d’olio ed un cucchiaio d’acqua, aggiungere lo scalogno a fettine, far rosolare un po’ ed aggiungere le verdure a cubetti. Stufare per una decina di minuti, coprendo con un coperchio e girando spesso le verdure. Devono risultare cotte ma asciutte. A fine cottura aggiungere il basilico fresco. (È possibile fare questo passaggio anche in forno, cospargendo bene le verdure su una placca da forno in un solo strato.)
  6. Tostare le mandorle in un padellino con un filo d’olio, mescolando di tanto in tanto, finché diventano brune ma mai bruciate.
  7. Preparare la riduzione di aceto balsamico, scaldando in un padellino l’aceto a fiamma bassa con un cucchiaio di miele, mescolando finché il miele non sarà sciolto. Far ridurre l’aceto per circa la metà del volume tenendo la fiamma molto bassa. Spegnere il fuoco, lasciando la padella sul gas. Attenzione a non farlo raffreddare troppo perché indurisce in fretta. Se dovesse indursi, basta scaldarlo un po’ perché torni fluido.
  8. Ricavare dalla teglia di quinoa quattro quadrati. Impiattare utilizzando come base un quadrato di quinoa, adagiare sulla quinoa le verdure, le mandorle tostate, un cucchiaio di riduzione di aceto balsamico e delle foglioline di basilico fresco.

Buon appetito!

ricetta
a cura di

Maria Tieri
Team Smartfood

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.