Risotto acquerello

  • Senza glutine
  • Vegetariano
  • Vegano
  • Senza lattosio

Difficoltà
Bassa

Preparazione
1 ora 0 min

Dosi per
1 persona

Valutazione utenti

Esprimi un parere


Questo piatto è un tripudio di colore e aroma grazie soprattutto al giallo intenso dello zafferano. Questa spezia si ottiene dagli stigmi raccolti a mano e fatti seccare di un fiore della famiglia delle iridacee, il crocus sativus. È una spezia estremamente costosa, quello più pregiato può raggiungere i 30000 euro al chilogrammo e può essere utilizzata come colorante o come condimento. Ha un buon contenuto di carotenoidi, in particolare la crocetina. Deve il suo aroma al safranale che vanta effetti benefici e risulta utile per contrastare l’aumento di colesterolo.

Ingredienti

  • 80 g di riso integrale
  • ½ cipolla rossa di Tropea
  • 100 g di cavolo romano
  • Sale q.b.
  • 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva
  • 1 bustina di zafferano
  • Peperoncino q.b.
  • Sedano, carota e prezzemolo per il brodo vegetale

Per rendere completo il pasto è possibile abbinare a questa colorata ricetta dei bocconcini di pollo, preparati separatamente con un contorno di verdure di stagione, oppure insieme al riso, creando una versione simile ad una paella.

Preparazione

  1. Far bollire ½ litro di acqua con la cipolla, il sedano, la carota e del prezzemolo.
  2. Tagliare a listarelle la cipolla utilizzata per la preparazione del brodo vegetale e farla stufare per circa 10 minuti in un tegame antiaderente con un cucchiaino di olio ed un mestolo di brodo vegetale.
  3. Tagliare il cavolo romano a pezzetti (tenere a piacere qualche rosellina per la decorazione) e cuocerlo in abbondante acqua finché risulterà abbastanza morbido.
  4. Utilizzare l’acqua del cavolo per cuocere il riso per circa 40 minuti (verificare i tempi di cottura sulla confezione).
  5. Frullare la cipolla con un mestolo di brodo vegetale fino a formare una crema da aggiungere al riso.
  6. Togliere dal fuoco, aggiungere il peperoncino, un cucchiaino di olio, il cavolo romano conservando qualche rosellina per la decorazione, lo zafferano in polvere; amalgamare per incorporare tutti gli ingredienti.
  7. Impiattare e decorare con le roselline di cavolfiore.

Buon appetito!

ricetta
a cura di

Annamaria Virone
Studentessa

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.