Pici con coniglio alla cacciatora e ciliegie in agrodolce

  • Senza lattosio

Difficoltà
Bassa

Preparazione
30 min

Dosi per
1 persona

Valutazione utenti

Esprimi un parere


In questa ricetta troviamo un tipo di pasta fatta a mano, i pici, simili agli spaghetti, ma più grossi e tipici del sud della Toscana. Sono stati conditi con un sughetto preparato con il coniglio, un tipo di carne bianca, e profumi del mediterraneo (pomodorini, aglio, capperi…). La vera particolarità per questo piatto unico sono le ciliegie in agrodolce. Un accostamento insolito che vede protagonista un frutto amatissimo ma di stagione solo a maggio e giugno, ricco in antocianine, le molecole protettrici del cuore. Via libera in questa ricetta, ma anche e soprattutto, in quantità maggiori, come frutta allo spuntino o a fine pasto per approfittare di tutti i loro benefici.

Ingredienti

  • 80 g di pici
  • 100 g di petto di coniglio
  • 6 pomodori pachino
  • 1 carota piccola
  • 3 olive taggiasche
  • 3 capperi
  • Peperoncino q.b.
  • 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva
  • Sale q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 ciliegie
  • 50 ml di aceto di vino bianco

In questo piatto troviamo la porzione standard consigliata sia di primo che di secondo piatto per coprire i fabbisogni di una persona. Si ottiene, così un piatto unico. Per completare il pasto sarà sufficiente prevedere una porzione di verdura cotta o cruda. La frutta si potrà consumare a chiusura del pasto oppure utilizzare in uno spuntino.

Preparazione

  1. Mettere sul fuoco la pentola con l’acqua per i pici, salare e quando bolle lessare i pici.
  2. Dopo circa 10 minuti aggiungere i pomodori pachino e la carota tagliati a cubetti, il sale e il peperoncino.
  3. Lasciare cuocere tutto per 10 minuti e, prima di togliere dal fuoco, aggiungere i capperi e le olive.
  4. Tagliare le ciliegie a pezzetti e lasciarle rosolare a fiamma bassa con l’aceto per circa 3 minuti.
  5. Scolare i pici al dente, amalgamare con il coniglio, spegnere la fiamma e aggiungere un cucchiaino di olio extravergine d’oliva a crudo.
  6. Servire e decorare con le ciliegie in agrodolce.

Buon appetito!

ricetta
a cura di

Annamaria Virone
Studentessa

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.