Torna a:
Latte, formaggi, uova

Yogurt

Latte, formaggi, uova

Oltre a rappresentare una buona fonte proteica per la colazione, un vasetto di yogurt copre circa il 15% del fabbisogno giornaliero di calcio.

Yogurt

Valori nutrizionali per 100 g di parte edibile

 

Intero

Scremato

Scremato alla frutta non zuccherato

Parte edibile (%)

100

100

100

Energia (kcal):

66

36

47

Proteine (g):

3,8

3,3

4

Lipidi(g):

3,9

0,9

0,1

Carboidrati disponibili (g):

4,3

4,0

7,8

Zuccheri solubili (g):

4,3

4,0

7,8

Potassio (mg):

170

185

185

Calcio (mg):

125

120

120

Fosforo (mg):

105

94

94

Vitamina B2 Riboflavina (mg):

0,19

0,18

0,18

Folati tot. (µg):

18

17

16

Vitamina A retinolo eq. (μg):

34

13

11

Vitamina D (μg):

0,04

0,01

0,01

Lo yogurt è un prodotto a base di latte fermentato. Nati per rispondere all’esigenza di conservare più a lungo gli alimenti, i prodotti fermentati sfruttano le capacità dei microrganismi di trasformare materie prime in un prodotto con consistenza, forma e sapore diverso. Per legge, i batteri utilizzati per la produzione di yogurt sono due: Streptococcus thermophilus e Lactobacillus delbrueckii spp. bulgaricus. Grazie al loro lavoro sinergico trasformano il lattosio, zucchero del latte, in acido lattico. Lo yogurt quindi presenta un contenuto inferiore di lattosio rispetto alla materia prima, permettendone il consumo anche per alcune persone che ne sono intolleranti.

Come molti dei derivati del latte, lo yogurt è fonte di proteine con un buon profilo aminoacidico. Il profilo lipidico varia in funzione della tipologia di latte utilizzato per la produzione: 1% nello yogurt da latte scremato, 4% in quello da latte intero.

Inoltre lo yogurt è fonte di vitamine e minerali. Un vasetto da 125 grammi copre circa il 15% del fabbisogno giornaliero di calcio, minerale fondamentale alla corretta mineralizzazione ossea.

Ideale per la colazione, il consumo di yogurt può essere anche giornaliero. Alcuni studi suggeriscono un’associazione inversa tra consumo di yogurt e sviluppo delle condizioni di sovrappeso e obesità e rischio di sindrome metabolica. Associazione probabilmente non dovuta solo alle caratteristiche nutrizionali dello yogurt, ma data anche, secondo quanto si afferma in un altro studio, da una migliore qualità complessiva della dieta di chi consuma abitualmente lo yogurt.

La grande vastità di prodotti nel banco frigo potrebbe rendere difficile la scelta di un buon yogurt. Ma prestando attenzione alla tabella nutrizionale presente in etichetta, la scelta diventa più semplice. Spesso i prodotti aromatizzati o alla frutta, o al caffè, o alla nocciola ecc. contengono un’importante quota di zuccheri aggiunti, fino anche a raggiungere 17 grammi per vasetto. Pertanto, sarebbe meglio orientare le proprie preferenze sullo yogurt bianco naturale, cioè senza zuccheri aggiunti, che riporta quindi nella lista degli ingredienti solo latte e fermenti lattici. Se la scelta ricade sul magro o sull’intero è una questione più di gusto che di altro, 5 grammi di grassi in un vasetto di yogurt intero contro 1 grammo di quello magro non fanno la differenza.

 


Suggerimento

A piacere possono essere aromatizzati secondo i propri gusti con frutta fresca o essiccata, cereali, frutta in guscio.

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.