Torna a:
Frutta fresca

Lamponi

Frutta fresca

Contengono antocianine, molecole care alla salute del cuore che si conservano anche sotto zero.

Lamponi

Valori nutrizionali per 100 g di parte edibile

Parte edibile (%)

100

Energia (kcal):

49

Acqua (g):

84,6

Proteine (g):

1

Lipidi (g):

0,6

Carboidrati disponibili (g):

6,5

Zuccheri solubili (g):

6,5

Fibra totale (g):

7,4

Magnesio (mg):

19

Rame (mg):

0,2

Vit. C (mg):

25

Folati tot. (µg):

33

Vit. K (µg):

7,8

I lamponi, insieme a more e mirtilli, rientrano tra i frutti di bosco più apprezzati e consumati. Dal punto di vista botanico sono i frutti di un arbusto, Rubus idaeus, appartenente alla famiglia delle Rosacee. Leggenda narra che il nome della specie derivi dal monte Ida che si trova in Grecia dove si pensa abbia avuto origine la pianta. La coltivazione in Italia è poco diffusa, mentre come specie spontanea si diffonde principalmente nelle zone montuose di Alpi e Appennini.

Molta acqua, poche calorie, di cui la maggior parte provenienti dalla componente zuccherina cioè carboidrati semplici, ed un quantitativo di fibra addirittura superiore ai carboidrati totali. Queste sono le principali caratteristiche nutrizionali dell’alimento.

Analizzando la composizione in micronutrienti, spicca il contenuto in vitamina C ed anche un buon apporto di folati. Da considerare che essendo composti molto delicati, la cottura ne distrugge gran parte: da tenerne conto quando si consuma la marmellata.

A proposito di marmellata è sempre bene prediligere quelle con una percentuale di zuccheri totali inferiore al 37%. Non è un alimento che deve essere bandito dalla dieta, a patto che sia un velo su una fetta di pane integrale. Se da una parte si perdono alcune vitamine in cottura, dall’altra se ne concentrano delle altre, ed è il caso dell’acido ellagico, un fenolo di cui il lampone è fonte e che raddoppia nella marmellata. Questo composto, secondo studi di laboratorio, sembra essere in grado di rallentare la crescita delle cellule tumorali, inibendo un processo chiamato angiogenesi. In pratica, impedisce la formazione dei vasi sanguigni necessari alle cellule tumorali per nutrirsi e, quindi, crescere. Inoltre gli ellagitannini sembrano essere in grado di promuovere un meccanismo che spegne la gastrite, secondo quanto dimostrato da uno studio condotto all’università di Milano.


Curiosità

L’elenco dei polifenoli contenuti nei lamponi è lungo e, probabilmente, ancora in parte sconosciuto. Note di certo sono le antocianine che colorano l’alimento e lo rendono protettivo anche per la salute del cuore. Queste presentano il vantaggio di preservarsi nei succhi (ricordarsi di scegliere quelli 100% frutta senza aggiunta di zuccheri) e sotto zero, quindi via libera al congelamento di questo alimento.

Il nostro sito usa i cookie per una migliore fruibilità di navigazione ed effettuare statistiche sul suo utilizzo. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.